Consulenza psicologica via mail

Perchè una consulenza a distanza? Non tutti i primi colloqui, in psicoterapia, evolvono in percorsi di cura di media o lunga durata. A volte una consulenza via mail può bastare a farci percorrere quegli ultimi metri che ci separano dal traguardo a cui già eravamo vicini: quel punto in cui le consapevolezze che stavano maturando in noi, le risorse personali ormai pronte ad attivarsi, la sofferenza stessa come potente motore di cambiamento, convergono in una reazione alchemica che trasforma noi, le nostre relazioni, la nostra vita.

Ho cominciato a offrire ascolto e consulenze via mail in un periodo in cui non mi era possibile accogliere tutte le richieste di primo colloquio che arrivavano allo studio. E’ difficile lavorare bene quando si lavora troppo, seguire adeguatamente le persone in terapia quando manca il tempo per il vuoto, spazio fertile in cui le intuizioni possono emergere più facilmente e le riflessioni trovare un respiro calmo invece che affannato.

Alle persone che mi scrivono via mail, come prima cosa chiarisco che le mie risposte non sostituiscono in alcun modo un percorso psicoterapico dal vivo. Non conosco chi mi scrive, non so nulla della sua vita, delle sue ferite pregresse, di ciò che lo/la muove nelle sue scelte. E credo fortemente che la nostra natura relazionale, quando da soli non ce la facciamo, richieda una adeguata relazione di cura. Per questo suggerisco di rivolgersi ad un terapeuta e quando posso volentieri segnalo colleghi che esercitino nella città di appartenenza.

Ma più volte ho constatato che la consulenza via mail è stata l’alito di vento che ha fatto staccare dal ramo il frutto ormai maturo: non vi era bisogno di altro, la persona si trovava già a pochi passi dal suo personale traguardo.

L’atto stesso di scrivere per parlare di sè, delle proprie ferite e bisogni inespressi, comporta dei processi mentali ed emozionali che sono già l’inizio della cura. Per spiegare a me quanto sta accadendo occorre prendersi il tempo di farlo, organizzare i pensieri, mettere a fuoco le proprie emozioni, osservare i possibili collegamenti tra fatti, reazioni, difficoltà vissute, problemi di salute, scelte relazionali, ecc. I suggerimenti che ho formulato per compilare il format qui sotto servono proprio a facilitare questo tipo di processo… poi toccherà a me a rispondere.

Le mie risposte sono il distillato di ciò che ho appreso dal lavoro di psicoterapeuta, dallo studio, dalla vita: attingo al mio cammino di crescita-ricerca personale e alle competenze acquisite attraverso formazioni specifiche, sempre in corso per il bisogno di fare sintesi tra saperi di cura diversi, occidentali e altri. Se la psicologia vuole porsi credibilmente come “Scienza dell’Anima”, è necessario che si riappropri di quei linguaggi dello spirito rinnegati nello sforzo di proporsi come tecnica misurabile e inconfutabile, ma i soli capaci di ricomporre la frattura mente-corpo.

Per sapere di più riguardo alla mia formazione, clicca qui.


CONSULENZA PSICOLOGICA VIA MAIL

Cos’è, cosa non è

Si propone come spazio di primo ascolto e scambio finalizzato a:

  • offrire un inquadramento generale della situazione personale e relazionale;
  • evidenziare gli elementi (pensieri, emozioni, comportamenti) che stanno alimentando il problema;
  • stimolare il processo di consapevolezza attraverso domande e riflessioni mirate alla situazione;
  • dare informazioni di carattere psicologico, psicoeducativo e psicosomatico;
  • offrire prospettive utili al personale processo di consapevolezza;
  • suggerire letture per approfondire i temi emersi;
  • orientare verso opportuni percorsi di terapia.

Le consulenze via mail rispettano la tutela della privacy. Tutte le informazioni sono trattate come dati riservati e a rapporto terminato vengono cancellate. Qualora i contenuti emersi si offrano per materiale di ricerca o editoriale, è mia cura alterare nomi e fatti per renderli totalmente anonimi. Il servizio segue le “Linee guida per le prestazioni psicologiche a distanza e via internet” stabilite dal Consiglio Nazionale degli Psicologi.

La consulenza via mail

  • non sostituisce il percorso psicoterapico e non può essere considerata psicoterapia,
  • è rivolto esclusivamente a persone di maggiore età,
  • non tratta problematiche relative a psicofarmaci e trattamenti farmacologici.


Come nel percorso psicoterapico non si danno indicazioni pratiche (“Fai in questo modo.. “), così anche nelle consulenze via mail non vengono offerte “soluzioni” o “consigli”. Consapevolezza, responsabilitá e cambiamento sono le coordinate per muoversi efficacemente verso la soluzione: il benessere personale e delle proprie relazioni.


Quanto costa e come funziona

silvia riccamboni consulenza psicologica via mail

Il costo della consulenza via mail è di 30 euro, con regolare fattura fiscale esente Iva scaricabile come spesa sanitaria. Per richiedere la consulenza e facilitare la raccolta degli elementi utili, sarà sufficiente compilare e inviare il format qui sotto avendo cura di fornire le seguenti informazioni:

– Situazione personale (età, salute fisica e psicologica, eventuali eventi traumatici passati), affettiva, famigliare, lavorativa.

– Quando è iniziato il problema e quale impatto ha avuto sulla propria vita (effetti sul piano psicologico, emotivo, fisico e relazionale)

– Come si è evoluta la situazione e qual è lo stato attuale della cose (livello attuale di disagio, eventuale presenza di disturbi psicosomatici, soluzioni tentate, cambiamenti significativi che il problema ha comportato nella vita personale e/o lavorativa, eventuali psicoterapie già affrontate)

Se la problematica riguarda una relazione, come è iniziata, quali dinamiche la caratterizzano, quali conflitti sono presenti, quali comportamenti creano sofferenza.

Descrivi la situazione per la quale richiedi la consulenza aiutandoti con le indicazioni riportate sopra al modulo.

La mia mail di conferma conterrà i dati per effettuare il pagamento on line e il modulo per il consenso informato da rinviarmi compilato. Dopo il pagamento, la consulenza verrà fornita entro le 24-48 ore successive (all’indirizzo mail indicato nel format), salvo diversa indicazione da me segnalata preventivamente.

Come in qualunque percorso di consulenza, ogni ulteriore scambio comporterà un nuovo pagamento. Se qualcosa non risultasse chiaro sarà naturalmente possibile chiedere precisazioni senza costo ulteriore.

Darò in ogni caso risposta, riservandomi di valutare se la consulenza via mail sia adeguata al caso o se questo richieda una presa in carico diversa (sedute di psicoterapia o altro).

Dt.ssa Silvia Riccamboni

Condividi